Public speaker si diventa: errori da evitare, tecniche, trucchi e corsi per parlare in pubblico con successo.

Public speaker si diventa: errori da evitare, tecniche, trucchi e corsi per parlare in pubblico con successo.

Agosto 10, 2020 0 Di Redazione

La tecnica oratoria, cioè il saper parlare in pubblico ( public speaking ) in modo convincente e senza tentennamenti, è studiata dall’umanità sin dai primi filosofi e oratori, pensiamo a Cicerone nell’antica Roma.

Una convinzione tanto errata quando diffusa, però, è che la capacità di parlare efficacemente in pubblico sia innata. Tutt’altro:  si tratta di una vera e propria disciplina, con anni di studi alle spalle e chiunque la può apprendere con impegno e formazione.

Ovviamente ci sono persone più portate ma questo non vuol dire che conoscenza e studio non possano aiutare persone che lo sono meno.

In questo articolo parleremo di:

  • tecniche e dei trucchi per riuscire a parlare in pubblico
  • errori da evitare
  • libri da leggere e corsi da poter seguire per imparare il public speaking con successo.
Se invece non sei interessato ai nostri consigli base e vuoi subito approfondire con i videocorsi ecco i link per accedere a due delle risorse più interessanti online:

Public Speaking: tecniche e trucchi

La prima cosa da sapere quando si deve parlare davanti a più persone è che non solo le parole contano durante un discorso in pubblico. Infatti, la percentuale con cui le parole incidono nell’efficacia di un discorso è inferiore rispetto ad altri fattori preponderanti. Vediamo quali:

  • Linguaggio Non Verbale (del corpo): incidenza del 55%;
  • Linguaggio Paraverbale (Tono di voce, pause, etc…): incidenza del 38%;
  • Linguaggio Verbale (Parole utilizzare): incidenza del solo 7% .

Ecco quindi che nascono dei trucchi e delle tecniche specifiche che ci permettono di parlare in pubblico in maniera eccellente, curando nei dettagli queste tipologie di linguaggio coinvolte in un qualsiasi discorso in pubblico. Vediamone alcuni.

 

Conoscere il pubblico e l’ambiente

Conoscere la tipologia di pubblico a cui ci si rivolge è estremamente importante per afferrare la chiave del discorso da scegliere e coinvolgere subito gli interlocutori. Inoltre è importante familiarizzare con l’ambiente prima di per la prima volta e, se possibile, controllare il funzionamento di tutte le apparecchiature come microfoni, videoproiettore, PC dal quale sarà visualizzata un’eventuale presentazione.

 

Esercitazione continua

Importante provare il discorso anche da soli, davanti allo specchio, o un ascoltatore fidato se ne disponiamo. Questo non solo per ascoltare le proprie parole ma anche per osservare i propri movimenti, che, come detto in precedenza, incidono del 55% sulla buona riuscita del discorso.

 

Musica o suoni in sottofondo

Bisogna esercitarsi anche agli imprevisti, come ad esempio la presenza appunti di suoni e rumori imprevisti o un certo viavai di interlocutori. Può infatti capitare che alcuni interlocutori arrivino in ritardo o se ne vadano prima per impegni più o meno imprevisti. Possiamo invitare gli ascoltatori a silenziare i telefoni, ma questo non ci mette totalmente al riparo da squilli e notifiche impreviste. Dobbiamo quindi testare anche la nostra capacità di non distrarci e a questo scopo può essere utile esercitarci con una musica o la TV in sottofondo, dalla quale ovviamente dovremo riuscire ad isolarci.

 

Creare empatia e coinvolgimento con il pubblico

Perché un discorso abbia successo è fondamentale creare empatia e coinvolgimento. Vediamo alcuni suggerimenti in questo senso:

  • Oscar Wilde diceva che non c’è una seconda occasione per fare una buona prima impressione. Inizia in modo enfatico e sorprendente, cercando di calarti empaticamente nei panni del tuo pubblico target e di capire cosa potrebbe emozionare, colpire e concederti quella captatio benevolentiae che sarà un’apertura di credito per il resto del tuo discorso.
  • Sfrutta lo storytelling: sin da bambini siamo tutti abituati a concedere più attenzione alle storie che ci vengono raccontate, piuttosto che discorsi troppo astratti.
  • stabilisci un contatto visivo col pubblico, ma nel modo corretto. Ad esempio ricorda che:
    • guardare solo i tuoi appunti, lo schermo o il pavimento può essere colto come segno di indifferenza o insicurezza;
    • viceversa guardare poche persone troppo spesso potrebbe farle sentire in imbarazzo e far sentire poco coinvolte le restanti;
    • se infine guardi troppe persone in poco tempo, “scansionando” velocemente tutta la sala, potresti trovarti confuso da troppe informazioni raccolte nei feedback visivi;
    • un ottimo compromesso è suddividere la sala in zone ( centrale, laterale destra e sinistra, prime o ultime file ) e dirigere di volta in volta lo sguardo verso uno di questi settori.

 

Studia tono, volume e pause durante l’intero discorso

Anche questi aspetti sono importanti per creare un vero e proprio collegamento con il pubblico. La soglia di attenzione nella nostra società frenetica è sempre inferiore, quindi prevedi dei “momenti sorpresa” in cui stimolare il tuo pubblico e riconquistare l’attenzione dei distratti.

 

Public Speaking: errori da evitare

Prima di tutto, una regola per sentirsi sempre sicuri ed avere successo, soprattutto se si è alle prime armi nell’arte del parlare in pubblico, è mai improvvisare.

Questo perché potremmo incorrere in frasi sbagliate, affermazioni non veritiere o, peggio, momenti di disattenzione che ci farebbero perdere il filo del discorso, oltre che il coinvolgimento del pubblico.

Altresì importante è l’essere concentrati sul pubblico. Questo perché se si è solamente incentrati su se stessi lo spettatore non sarà coinvolto e perderà presto attenzione.

Sbagliare tono di voce o velocità del discorso. Questo per evitare di portare l’attenzione del pubblco su parti sbagliate dell’intero discorso, invece di guidarlo a capirlo al meglio.

 

 

 

 

Corsi di public speaking, impara dai professionisti

 

 

Oggi ci sono davvero tanti consigli da poter apprendere su internet su come parlare in pubblico e in questo articolo abbiamo cercato di riassumere i più importanti. Ma se davvero si vuole imparare il public speaking perché è importante per le nostre attività, diventa necessario approfondire con un corso apposito.

 

 

Se ne trovano scritti sotto forma di libri, ma lo strumento migliore resta il videocorso, perché è difficile trasmettere con un libro il tono e il ritmo della voce, il linguaggio paraverbale, ecc.

 

 

Vediamo ad esempio due tra i più completi presenti sul mercato:

Come parlare in pubblico: tecniche fondamentali ( di Max Formisano ) 

 

Videocorso tenuto da Max Formisano, speaker, formatore, scrittore e autore del bestseller “Public speaking per tutti”.

 

E’ il fondatore di una tra le più importanti agenzie organizzatrici di corsi di formazione in Italia, la Max Formisano Training – Formazione per Public Speaker e Trainer Eccellenti, .

Ciò che Formisano ci propone in questo videocorso di 1h e 23 minuti, sono tecniche svariate per diventare grandi oratori, mettendo in evidenza il fatto che NO, non si nasce grandi oratori e non ci si diventa neppure per caso!

 

Bisogna piuttosto imparare a:

 

  1. Gestire l’ansia e lo stress durante la performance;
  2. Preparare adeguatamente il discorso;
  3. Imparare strategie per venir fuori da situazioni imbarazzanti durante il discorso;
  4. Concludere l’intervento in maniera eclatante per lasciare il ricordo all’ascoltatore.

 

Tutto questo e tante altre strategie di public speaking  affinché tutti possano imparare l’arte di saper parlare in pubblico

 

Parlare in pubblico in 4 Mosse ( di Carlo Loiudice )

 

Corso di 1h e 30 minuti, tenuto da Carlo Loiudice, attore professionista, insegnante di teatro e storytelling,  nonché coach certificato da più di 20 anni per il public speaker.

In questo videocorso il coach Carlo Loiudice insegna in 4 mosse come parlare in pubblico:

  1. Come vincere la paura e la vergogna;
  2. Come preparare al meglio un discorso efficace;
  3. Come parlare in maniera del tutto convincente;
  4. Come riuscire ad avere un impatto positivo e convincere appieno l’ascoltatore;

Dedicato ovviamente a chiunque voglia imparare l’arte di parlare in pubblico, senza più ansia e preoccupazione: studenti durante esami, insegnanti, leader d’aziende, professionisti in vari settori, sino al semplice ma sempre utile miglioramento personale.