Come fare pubblicità online e offline per attività locali in modo efficace.

Come fare pubblicità online e offline per attività locali in modo efficace.

Giugno 17, 2020 0 Di ImpresaFormazioneOccupazione.it

Su ricercaoccupazione.online abbiamo più volte fornito consigli a chi vuole avviare e far crescere un’attività imprenditoriale, in alternativa al lavoro dipendente. In questi casi, oltre al passaparola dei clienti, che è un processo piuttosto lento, diventa fondamentale ricorrere alla pubblicità.

Nel momento in cui dobbiamo avviare una campagna pubblicitaria, la prima distinzione da operare è se dobbiamo promuovere :

  • un e-commerce o un’impresa che fornisce servizi intangibili, cioè diretti ad una clientela ampia e senza una localizzazione geografica specifica
  • la vendita di prodotti e servizi che a clienti ben localizzati all’interno di un’area più o meno vasta, ma comunque circoscritta geograficamente. 

Se dobbiamo promuovere un servizio locale, la pubblicità a cui possiamo affidarci può essere di due tipi:

  • pubblicità online
  • pubblicità offline.

Per massimizzare la copertura ed essere certi che la nostra attività sia conosciuta tanto da chi frequenta il web tanto da chi è meno attivo online, è importante che queste due forme pubblicitarie siano entrambe presenti e opportunamente bilanciate.

Pubblicità online:

La pubblicità online può essere di diverse tipologie ( pay per click, pay per view, native advertising, network di affiliazione ) ma quel che conta è l’agenzia a cui ci affidiamo sia in grado di localizzare i potenziali clienti all’interno della nostra area di interesse. Viceversa si tratterebbe di un investimento senza ritorno, perché volto a farci conoscere verso utenti che non potranno essere nostri clienti.

Fortunatamente le maggiori aziende online che fanno advertising, da Google a Facebook, ai vari network di pubblicità pay per click, forniscono annunci che possono essere targetizzati in base al luogo di provenienza dell’utente.

In alternativa ci si può rivolgere ai siti web delle testate giornalistiche locali, che sempre più stanno spostando i loro contenuti dai giornali cartacei alle versioni online.

Pubblicità offline

Per quanto riguarda la pubblicità offline, oltre alle suddette testate locali in versione cartacea, ci sono:

  • manifesti
  • volantini
  • cartelloni pubblicitari.

Un discorso a parte meriterebbe la pubblicità su radio e TV locali, perché pur non trattandosi di pubblicità su supporto fisico, non potremmo definirla “online”.

Anche per la pubblicità offline, come abbiamo detto anche a proposito di quella online, è importante ricorrere ad alcuni accorgimenti che ci permettano di non buttare via inutilmente i soldi investiti.

Si tratta di accorgimenti necessari per riuscire ad avere i giusti risultati, se ci rivolgiamo ad un’agenzia avranno cura di suggerirceli. Per quanto riguarda ad esempio i cartelloni pubblicitari, ecco alcuni suggerimenti che vi proponiamo in collaborazione con l’Agenzia Fre’ :

Il messaggio deve essere ben visibile a chi passa con l’auto

Sappiamo tutti che cartelloni pubblicitari possono trovarsi a terra, su marciapiedi, lungo strade di campagna. Queste casistiche hanno tutte lo stesso problema: vengono mostrati a persone che sono in movimento.

Si tratta di persone che guidano motociclette, auto, biciclette, mezzi pesanti, autocarri e quindi è un messaggio che viene visto da a persone impegnate in altro o da coloro che vanno di fretta.

I cartelloni posti perpendicolarmente al marciapiede o alla strada sono quelli che ottengono più visualizzazioni in quanto si trovano proprio di fronte alla persona che passa nella strada.

La visibilità diminuisce per i cartelloni lato traffico, paralleli al marciapiede o alla strada che vengono visti solo se si guarda appositamente in quella direzione o si sta parcheggiando la propria auto.

Posizionare il cartello pubblicitario nel posto giusto

Un’altra cosa importante è quella di scegliere spazi pubblicitari dove la visibilità è al 100%, ad esempio dove non vi sono viali alberati che potrebbero nascondere una parte oppure l’intero cartellone pubblicitario.

Evitate anche marciapiedi troppo affollati o posti in cui gli spazi pubblicitari sono affiancati da segnali stradali. La posizione ideale è quella dove lo spazio attorno al cartello è libero e quindi dà la possibilità a tutti di vedere la pubblicità anche a grande distanza.

Scegliere la dimensione giusta

Anche un cartello pubblicitario piccolo può avere successo. Basta semplicemente creare un messaggio strabiliante in grado di attirare l’attenzione dei passanti. Non è necessario far entrare tutti i servizi che si offrono in un spazio ristretto, in questo modo si rischia che il messaggio risulti tropo caotico e quindi non otterrai il giusto numero di riscontri.

Valutare bene la durata di affitto dello spazio

Molte sono le agenzie pubblicitarie che stipulano con il cliente una durata precisa di un determinato spazio pubblicitario. Sia che si tratti di mesi o di un anno, si ha l’obbligo di rispettare la scadenza prima di poter cambiare il messaggio.

Se si desidera promuovere la propria attività, è bene non puntare su un solo prodotto. Ma di scegliere un’immagine in grado di attirare l’attenzione dei passanti e di evitare di riempire il cartello con frasi e parole che nessuno sarà in grado di leggere.

I poster: una valida alternativa ai cartelloni pubblicitari

Visto che i cartelloni pubblicitari offrono la possibilità di esporre la stessa immagine per molto tempo e quindi non è possibile cambiarla nel momento in cui si desidera modificare la pubblicità in base alle promozioni settimanali o mensili proposte dall’azienda, un’alternativa potrebbe essere quella di usare un poster da inserire in una strada trafficata o di grande passaggio pedonale. In questo modo potrai cambiare la pubblicità ogni volta che ne avrai bisogno.