Come diventare agente immobiliare. Requisiti, formazione, abilitazione e iscrizione all’albo. Stipendio e quanto guadagna un agente immobiliare

Come diventare agente immobiliare. Requisiti, formazione, abilitazione e iscrizione all’albo. Stipendio e quanto guadagna un agente immobiliare

Aprile 24, 2020 0 Di ImpresaFormazioneOccupazione.it

Chi è e cosa fa l’agente immobiliare. Cosa significa fare l’agente immobiliare oggi.

Diversi anni fa, se avessimo dovuto scrivere una guida su come diventare agente immobiliare ce la saremmo cavata con poco.  Oggi, il percorso per diventare un professionista nel settore immobiliare è più complesso in termini di studio, qualifica ed acquisizione di competenze.

E’ indispensabile una conoscenza approfondita delle norme, è obbligatoria una polizza assicurativa per chi svolge la professione di agente immobiliare. Bisogna possedere un eccellente capacità di venditore, mediatore e non solo.

Ti spiegheremo i passaggi da seguire per conseguire la qualifica di agente immobiliare, una buona formazione ed aprire una propria agenzia immobiliare a Modena, a Milano, a Napoli o in qualsiasi città italiana, avendo tutte le carte in regola.

Questa professione è appetibile in quanto l’agente immobiliare è richiesto non soltanto dalle agenzie di settore ma dalle banche e da altri istituti che ne hanno bisogno per gestire i loro beni. Vale la pena, dunque, scoprire il percorso completo per raggiungere il traguardo ed avere successo.

Abilità chiave e requisiti attitudinali

Come abbiamo accennato, l’agente immobiliare deve possedere determinate capacità. Si tratta delle cosiddette soft skills , che in parte possono essere acquisite con la formazione e con l’esperienza, ma in parte devono essere presenti nelle nostra capacità attitudinali.

Le abilità chiave di questa professione consistono in eccellenti capacità di:

  • venditore con un background che lo renda autonomo nello stipulare contratti di compravendita e locazione immobiliare;
  • mediatore nelle relazioni interpersonali tra proprietario dell’immobile e cliente con ottime capacità di negoziazione e di ascolto, un vero e proprio punto di riferimento;
  • comunicazione e linguaggio persuasivo;
  • problem solving;
  • aggiornamento, soprattutto sulle norme giuridico-amministrative e tecniche.

Requisiti personali e morali

Come diventare agente immobiliare? Prima di descrivere il percorso di studi e formazione, c’è da dire che bisogna avere determinati requisiti personali e morali.

I requisiti personali sono:

  • cittadinanza italiana o europea con residenza in Italia;
  • godimento dei diritti civili;
  • residenza nella provincia della Camera di Commercio in cui si richiede l’iscrizione;
  • diploma di scuola secondaria superiore di secondo grado, indipendentemente dall’indirizzo.

La laurea non è obbligatoria ma è un’importante carta in più da giocarsi per meglio apprendere le necessarie nozioni economico-giuridiche.

I requisiti morali necessari sono:

  • assenza di condanne penali;
  • non essere soggetto a normative antimafia;
  • non essere sottoposto a sanzioni amministrative (art.5 della legge 507/1999).

Esame di abilitazione e iscrizione all’albo degli agenti immobiliari

Per ottenere l’abilitazione e diventare agente immobiliare, bisogna superare un esame.

Le prove scritte riguardano nozioni di diritto civile e tributario legate al settore immobiliare come, ad esempio, tipologie di contratto, diritti, adempimenti fiscali, finanziamenti.

Oltre agli argomenti previsti per la prova scritta, quella orale include lo studio approfondito del mercato immobiliare.
Superare l’esame non basta; ci vuole una licenza per l’abilitazione.

Si potrà ottenere la licenza tramite:

  • -frequenza e superamento di un corso di formazione;
  • -documentazione che comprovi lo svolgimento di questa professione per almeno 2 anni in agenzie immobiliari o attività simili.

Bisogna fare domanda presso la Camera di Commercio per essere ammessi all’esame. Una volta superato l’esame, si otterrà l’abilitazione alla professione di agente immobiliare.

Il percorso di studi ideale per diventare agente immobiliare

Il percorso di studi ideale per superare l’esame di abilitazione ed acquisire conoscenze approfondite in ambito economico-giuridico sono i corsi di laurea dell’area economica nelle università.
I corsi più indicati si riferiscono alla Laurea in Economia aziendale e Management (della durata di 3 anni) o, meglio ancora, Laurea Magistrale in Scienze economiche ( che consta di altri due anni ).
Si tratta di un percorso che può essere intrapreso anche da chi è già nel mondo del lavoro, grazie alla didattica fruibile online grazie alle piattaforme di e-learning offerte dalle università, attive h24.

Lo stipendio. Quanto guadagna un agente immobiliare

Veniamo alla domanda fatidica per cui molti saranno approdati a questo articolo: quanto guadagna un agente immobiliare? La risposta è, come sempre: dipende.

La prima importante variabile da considerare è se si è lavoratori dipendenti di qualche agenzia immobiliare o se è il titolare della stessa, magari attraverso una dei tanti brand del settore immobiliare italiano.

Nel primo caso, si avrà un vero e proprio stipendio, che dipende comunque sempre dall’esperienza ( agente immobilare senior , agente immobiliare junior , ecc ) e dalla propria “bravura” nella vendita. A maggior ragione in questo settore dove le vendite riguardano beni dell’ordine di grandezza delle centinaia di migliaia di euro: lo stipendio di un agente immobiliare è sempre costituito da una retribuzione fissa ed una retribuzione variabile in base alle provvigioni sul venduto.

Agenzie specializzate come Jobbidoo ci dicono che lo stipendio medio di un agente immobiliare è di 1.450€ per la parte fissa, che può scendere fino alle 800€ agli inizi e arrivare intorno alle 2.200€ per i più esperti. Poi ci sono le provvigioni che possono variare tra l’1% e il 3% degli immobili venduti e, trattandosi appunto di beni almeno a 4 zeri, se non 5 o 6 zeri, le variazioni in base alla produttività possono essere importanti.

Se invece decidete di avviare un’attività di agenzia immobiliare in proprio, siete degli imprenditori a tutti gli effetti e il vostro reddito annuale dipenderà dalle provvigioni sugli immobili venduti o affittati, al netto di costi fissi, costi variabili tassazione.